La mia prospettiva nel facilitare i workshop


Dott.ssa Pamela Kircher
Nel tentativo di rispondere a molte domande sui nostri laboratori di formazione, la dottoressa Pamela Kircher, presidente dell'Associazione Tai Chi dell'America, scrive un articolo che spiega come facciamo a facilitare questi laboratori. La sua visione rappresenta quella dei Master Trainers.

LA MIA PROSPETTIVA COME UN MASTER TRAINER PER FACILITARE I SEMINARI DEGLI ISTRUTTORI
Pam Kircher MD

Workshop di Tai Chi a Monterey 2004 - Classe 73 di PamLa maggior parte delle persone che prendono il Tai Chi per l'artrite e il Tai Chi per le lezioni di Diabete sono persone che non hanno mai preso il Tai Chi e che sono individui più anziani che probabilmente non avrebbero mai frequentato un corso di Tai Chi se non fosse questo corso molto delicato che è stato sviluppato appositamente per le persone che sono più vecchie e / o che hanno condizioni di salute croniche. Stanno cercando qualcosa che si adatta al loro stile di vita con i loro limiti fisici, che ottiene risultati rapidi in termini di benefici per la salute, e che viene insegnato in un modo che permetta loro di sentirsi positivi con se stessi mentre apprendono il Tai Chi. Spesso hanno limitazioni fisiche molto significative quando iniziano un corso di Tai Chi per l'artrite e queste limitazioni devono essere sicuramente prese in considerazione se devono avere un'esperienza positiva e sicura che li incoraggia a continuare a praticare il Tai Chi.

Quindi, i miei obiettivi nel laboratorio di un istruttore sono di formare istruttori esperti non solo nel Tai Chi ma anche nel lavorare con questa popolazione unica. A causa degli obiettivi del workshop, sia gli istruttori qualificati di Tai Chi che i fisioterapisti e altri operatori sanitari sono invitati a partecipare ai workshop degli istruttori.

Come facilitatore degli allenamenti, ho scoperto che la grande sfida con gli istruttori tradizionali è quella di aiutarli a capire che cosa significa avere l'artrite e / o il diabete e le limitazioni fisiche e psicologiche che le persone hanno quando entrano nelle loro classi. Le precauzioni sono una parte enorme del programma ed è difficile per qualcuno che è molto in forma fisica e che non ha mai lavorato con persone con malattie croniche per apprezzare la necessità di quelle "estreme" precauzioni. Ad esempio, in occasione di un recente corso di formazione per istruttori, un partecipante che è anche un reumatologo ha dato una dimostrazione di come una persona con grave artrite sarebbe pienamente in grado di partecipare agli esercizi di riscaldamento. Stava aprendo gli occhi alla classe per capire quel livello di disabilità. Tai Chi per il laboratorio di artrite nel Regno Unito 2004

Altrettanto impegnativo come un facilitatore sta introducendo fisioterapisti e professionisti della salute alle forme del Tai Chi e ai principi del Tai Chi. Quel gruppo di persone comprende davvero le malattie croniche e i suoi limiti e è molto consapevole delle precauzioni, ma ha bisogno di molta attenzione sul Tai Chi stesso. Insegnare loro la forma è molto più difficile di quanto lo sia per le persone con un forte background di Tai Chi. Dare loro un apprezzamento del ricco e variegato background del Tai Chi e dei suoi principi importanti è anche una sfida. Questi partecipanti di solito hanno bisogno di praticare il modulo per un po 'prima di sentirsi a proprio agio nell'insegnarlo a chiunque. È molto utile se riescono a "diventare amici" con qualcuno nella loro area che è anche nel laboratorio. Usando il video e praticando con un amico di solito costruisci le loro abilità e sicurezza piuttosto rapidamente in modo che siano pronte a insegnare in pochi mesi.

Tai Chi per l'artrite artrite a Hong Kong 2004È inusuale trovare qualcuno che abbia a lungo esperienza di istruttore di Tai Chi e lo sfondo di lavorare con persone con malattie croniche. Quindi, ci si può aspettare che in un workshop, il facilitatore porterà tutti "alla massima velocità". Entrambi gli aspetti del programma sono ugualmente importanti e dovrebbero essere ugualmente onorati. Credo che il programma del Dr. Lam abbia avuto un tale successo perché entrambi gli aspetti dell'insegnamento del Tai Chi per l'artrite sono stati ugualmente onorati. Quando un workshop è composto da entrambi i partecipanti che sono stati istruttori e partecipanti di lunga data di Tai Chi con un background di lavoro con persone con artrite e / o diabete, spesso si sviluppa tra il gruppo un apprezzamento della conoscenza e dell'esperienza che ogni partecipante porta al laboratorio. Le conversazioni durante le pause e i pasti sono piuttosto abbondanti e spesso si sviluppano amicizie di supporto. Se qualcuno con più esperienza medica può collaborare con un amico locale con uno sfondo Tai Chi più lungo, è spesso di grande aiuto l'un l'altro quando iniziano a diventare istruttori nella loro area. Come facilitatore, incoraggio certamente lo sviluppo di quelle squadre di pratica durante il fine settimana in modo che siano pronte a esercitarsi insieme quando il fine settimana è completo.

Onorare le abilità dell'istruttore esperto di Tai Chi e la saggezza del professionista sanitario nel laboratorio di un istruttore mentre sostiene ogni partecipante nell'imparare le basi del Tai Chi per l'artrite e il Tai Chi per i programmi del Diabete richiede certamente consapevolezza, concentrazione, tatto, e dedizione da parte mia!